E' NATO PRIMA L'UOVO O LA GALLINA?

Ammettiamolo ragazze, ci sono domande esistenziali che tutte noi ci poniamo:

- Dawson o Pacey

- Cornetto alla nutella o Zucchero di canna

- Matrimonio o convivenza… vabbé questa nel mio caso è più un’UTOPIA

Ma ce n’è una a cui io ho finalmente dato una risposta: E’ NATO PRIMA IL MONOGRAM O IL DAMIER?

La risposta non ve la do mica subito amichemie, ho studiato non poco per risolvere l’enigma e adesso mi fate il favore di sorbirvi il polpettone. Giuro facciamo presto.

La storia inizia, suppergiù, nel lontano 1800. Il caro Luigi non aveva ancora i baffi ma era già un Malletier (creatore di bauli) con una mente imprenditoriale e un ego a dir poco smisurato. Così, anticipando i tempi, rende le valige un accessorio d’élite riconoscibile anzi… inconfondibile!

Prima pensa a una tela grigia di cotone cerato (Grey Trianon), poi a righe rosse e beige, poi al logo “Marque L, Vuitton déposéè”… 


Instancabile, nel 1889, finalmente ha l’illuminazione!

ATTENZIONE QUI CHE ARRIVA LO SPOILER

In occasione dell’Esposizione Universale, presenta il DAMIER : tela a quadri degna della Regina di Scacchi.  Declinata in tante versioni – azur, ébene, graphite – è ancora oggi la tela preferita dalle sciure che amano l’accessorio firmato ma con discrezione. 

Altro discorso per quelle come me, che perdono un battito ad ogni LV. 

Siamo noi le BIMBE di George (il figlio di Louis).

 È lui, infatti, che nel 1896 si lascia ispirare dalle maioliche della cucina di campagna e disegna il logo: Iniziali del Papi + fiori e diamanti che compongono il MONOGRAM del nostro cuore.

Ce ne sarebbero di storie da raccontare e di dibattiti da aprire: meglio il Noé con le 5 bottiglie di champagne, la Papillon alla Twiggy o lo Speedy come Audrey ? 

Se siete d’accordo, questi nodi li scioglieremo poi; intanto, adesso che sapete che il Damier è l’uovo della Maison (sì, è nato prima l’uovo), vi lascio fare le fighe con le vostre amiche che giurano di amare Vuitton ma non ne sanno quanto voi ;)

Ah … ultima cosa! Studi scientifici confermano che chi acquista Damier amava Dawson e chi sceglie Monogram sbavava per Pacey!

agosto 23, 2021 — Vivo Vintage Admin